mercoledì 12 giugno 2013

Prede: Il cefalo

Tra tutti i pesci di mare il più adattabile a tutte le condizioni è certamente il cefalo. Salinità, inquinamento, fondale, cibo, predatori nulla possono contro questi pesci dalle innumerevoli risorse. Vivono in branco generalmente in aree riparate come porti e scogliere e si cibano di tutto quello che il fondale offre di buono. Si presentano dalla forma affusolata con pinna dorsale piccola e con raggi spinosi, colore chiaro con striature grigie, bocca piccola adatta a succhiare più che ingoiare. Visti sott'acqua i cefali si presentano in gruppo in cerca di cibo. Attirati dalla nostra pastura arrivano nei pressi della nostra postazione di pesca dove trovano sia la pastura sul fondo che quella all'amo. L'istinto li spinge a succhiare le nostra palle di pastura ed è qui che noi dobbiamo essere bravi a ferrare al momento giusto per allamare il cefalo. Storicamente questo pesce è sempre stato una importante risorsa per le marinerie in quanto si cattura agevolmente con le reti e oltre alle carni da anche dell'ottima bottarga, ottenuta dall'essiccazione delle sacche ovariche. Spesso è anche stato allevato nelle paludi costire o nei laghi salati, ma anche in quelli di acqua dolce dove si adatta egregiamente. Metodi sportivi di pesca sono sicramente la pesca con la pastella e quella col bigattino. Alcuni pescatori poco sportivi praticano la pesca a strappo con la mazzetta o l'ancoretta, tecniche poco sportive che mirano al numero di catture più che alla qualità delle stesse. Da questo punto di vista ci sentiamo di sconsigliarvi questa pesca distruttiva e di concentrarvi sull'affinamento delle tecniche id pesca al colpo ad amo singolo.

5 Comments:

Anonimo said...

preda sportivissima, bello da vdere e buono da mangiare, un mito. Mimmo M.

Anonimo said...

Maurizio
e' lo spazzino del mare!! ovunque lui c'e.la bottarga di cefalo e' buonissima! poi per catturarlo basta un po' di pane,pasta d'acciughe e formaggio!

Anonimo said...

Carlo
ciao segreti,al forno con la vellutata di patata e favoloso......

Chiara Ugolini said...

una domanda: da poco ho scoperto il cefalo e lo trovo buono ed economico. degli amici però mi hanno sconsigliato di mangiarlo proprio perché vive nei fondali, voi cosa ne pensate? grazie

Segreti della Pesca said...

cara chiara, a mio modo di vedere il mondo marino il cefalo è una preda divertente da insidiare e molto buona da mangiare uando cotture che lo sgrassano (tipo alla brace). ovio che il cefalo che vive per anni in un porto accumula sostanze liposolubili che danno odori e sapori poco piacevoli mentre cefali di fondale che accostano in estate per mangiare sotto la banchina e che per mesi vivono all'aperto sono pregiati e molto ricercati. ma lo stesso discorso si può fare per tutte le specie animali e vegetali ...