lunedì 4 marzo 2013

Prede: Il sarago

Il sarago è uno dei pesci più sportivi che abbiamo nel mediterraneo. Chiunqua abbia pescato un sarago sa delle sue fughe e del combattimento senza tregua che mette in atto uan volta allamato. Il sarago è un pesce tipico della stagione invernale, pescato dalla spiaggia con la tecnica del surfcasting lanciando nella schiuma terminali corti ed adeguati alla turbolenza.
Le sue doti natatorie e la potenza muscolare lo rendono il pesce più adatto a nuotare nelle onde alla ricerca di cibo. Durante la stagione primaverile o autunnale lo possiamo pescare dalle scogliere o dalle dighe foranee sperando nella pesca in presso della tana in quanto in assenza di onde difficilmente si mette in caccia su lunghe distanze. Necessario per la pesca al sarago è sempre utilizzare un boccone molto abbondante in quanto questo pinnuto necessita di una esca ben presentata ma abbondante. Per avere maggiori chances di successo occorre cercarlo nelle spiaggie con fondo misto o in prossimità di scogliere, zone di elezione per fare una tana e dalle quali inizi ail suo giro diperlustrazione nella schiuma. Ogni anno in giro per l'italia sono registrate numerose catture di saraghi record, grandi come piatti o anche di più, del peso spesso superiore ai 4-5 kg, ovviamente catturati con eshe commisurate alla stazza del pesce. A mare calmo se fate delle escursioni di pesca subaquea potrete notare su fondali alti dei branchi di saraghi che nuotano compatti creando la famosa campana, nome con il quale i sub classificano questi branchi. In foto saragho catturato a blognese dalla scogliera.

3 Comments:

Anonimo said...

ottimo anche a tavola il sarago. proporrete delle ricette??
Salvatore da roma

Segreti della pesca said...

le ricette con i saraghi sono già in programma
devi attendere pochi giorni SdP

Anonimo said...

Salve e complimenti per i tuoi articoli!noto però che non ci sono articoli sul sarago nel rockfishing,perché non ne scrivi uno?