martedì 4 giugno 2013

La cura della canna

Tra gli attrezzi che ci fanno sempre compagnia a pesca non possono di certo mancare le canne. Oggi tutti gli attrezzi sono realizzati in materiali compositi, quasi sempre carbonio ad alto modulo e di ottima qualità. Tutti abbiamo poi nella nostra sacca molte canne da pesca per utilizzare quella che al momento si adatta meglio alla situazione. La canna però nn va usata e poi abbandonata nel portacanne ma va curata per tenerla sempre in perfetta efficienza. I problemi più frequenti che possiamo riscontare sono le ossidazioni degli anelli e la scollatura della resina che tiene i supporti degli anelli sulle sezioni della canna. La causa di questi problemi è la salsedine, infatti anche se la nostra canna non viene mai immersa nell'acqua (ad esclusione delle inglesi ad innesti) il filo dirante il recupero porta cons e dell'acqua di mare che si deposita necessariamente sugli anelli. Problemi minori sono la presenza di sabbia all'interno delle sezioni delle canne telescopiche e l'ossidazione del tappo del pedone, nel caso in cui questo non fosse di gomma. Per ovviare a tutti questi problemi ad intervalli regolari occorre lavare le canne con attenzione. Portate le canne nel vano doccia di casa vostra, posizionate le canne in verticale e sciacquate con molta cura la canna sezione per sezione. Dopo prendete un vecchio spazzolino da denti e strofinate gli anelli uno alal volta, avendo cura di eliminare resti di alghe, esca, sabbia. Finita questa operazione Mettete le canne a testa in sotto (col pedone rivolto verso l'alto), rimuovete il tappo ed armati di un imbuto fare passare molta acqua all'interno delle sezioni. Questa operazione è necessaria per rimuovere sabbia e salsedine dall'interno delel sezioni, in zone difficilmente ispezionabili. Una volte terminata questa operazione ponete le canne in un secchio con i pedoni verso il fondo dello stesso e fate gocciolare per bene, dopo mettete le stesse al sole per far asciugare l'acqua dalla parte interna. Badate bene che questa operazione può richiedere molte ore. Se non asciugherete tutta l'acqua alla prossima pescata le sezioni potrebbero incastrarsi più del dovuto e poi avrete problemi a richiudere le vostre telescopiche. Per salvagauardare gli anelli dallìossidazione vi consiglio di spruzzarli con dello spray al silicone. Va da se che canne ripartite ed ad innesti si possono sciacquare solo all'esterno.

2 Comments:

Anonimo said...

w la cura della canna

Pescatore Abusivo said...

sempre :D